Nasce a : Pegognaga (MN)  15/10/1941
Entra in Congregazione: 11/05/1963
Inizio Noviziato: 21/11/1963
Professione Temporanea: 21/11/1965
Professione perpetua: 08/09/1972
Deceduta a Villa Chieppi: 27/01/2019

“Il Signore è il mio pastore, non manco di nulla” Sl 23

Suor Marisa Bernini, nella sua vita di Piccola Figlia, è stata semplicemente sempre in cammino alla ricerca di Gesù, suo sposo, per rispondere alla chiamata di essere il sorriso di Dio, nelle comunità dove è vissuta.

Anche se nella sua esistenza i periodi sereni si sono alternati ad altri, segnati dalla fragilità e dalla sofferenza, molti oggi la ricordano come sorella affettuosa, sorridente e cordiale, attenta ai bisogni degli altri nello spirito di una dedizione che alimentava con la preghiera.

È stata cuoca in tante comunità, nelle scuole dell’infanzia e in altre attività. Il suo servizio non è mai stato semplicemente “dare da mangiare agli affamati”, piccoli e grandi che fossero, ma soprattutto essere la lunga mano di Dio, che incontra, solleva e consola con un sorriso e con una buona parola.

Riportiamo una tra le testimonianze che ci sono pervenute: “Suor Marisa è stata una presenza costante e discreta e ha testimoniato sempre, a partire dall’abito che indossava, quale era la sua scelta di vita: rispondere alla chiamata di Gesù. Mi è rimasta impressa una frase che mi ripeteva spesso: Il Signore conosce il tuo nome da sempre…! Sicuramente è stata una testimone semplice che attraverso la sua esistenza mi ha reso presente e familiare Gesù…!

Era dolcissima e affettuosa…piena di gioia, solarità e affetto!”

Un’altra caratteristica della sua vita era la ricerca continua del suo Signore e l’abbandono colmo di fede alla sua volontà.

Così scriveva: “Sono felice, perché la mia vita si è fatta dono a quel Dio che si è fatto uno di noi e che continua a comunicarmi il suo Amore. Nella mia povertà ho scoperto le meraviglie di Dio, ho capito che è lui che porta avanti il cammino… Credo e voglio credere di più, attingendo la forza dal suo Spirito”.

Dal 2007 viveva a Villa Chieppi. È stato un periodo molto fruttuoso, nel quale infatti affermava: “La mia preghiera si è fatta universale e il mio cuore si è lasciato guidare nella iniziativa di diventare, in Gesù, creatura nuova”.

La fedeltà terrena, umile e costante nella sequela di Gesù, iniziata nel lontano 1965, con la professione religiosa, si è conclusa improvvisamente il 27 gennaio 2019.

Ora la pensiamo nella pienezza della gioia a contemplare il sorriso di Dio, nell'abbraccio materno di Maria.