Nasce a Fragno di Calestano (PR): 16.10.1931
Entra in Congregazione: 05.11.1949
Inizio Noviziato: 02.07.1950
Professione Temporanea: 02.07.1952
Professione perpetua: 02.07.1957
Deceduta a Villa Chieppi: 28.09.2016

“Quello che avete fatto a uno

di questi miei fratelli più piccoli, lo avete fatto a me” 

Mt. 25,45

Sr. Virginia, è nata a Fragno di Calestano (PR) nel 1931, in una famiglia profondamente cristiana; perde in tenera età la madre Matilde di 45 anni e le fa da mamma la sorella maggiore, mentre il padre, Quirino, muore anziano dopo aver provveduto, con sacrifici, al mantenimento della famiglia. E’ entrata nella Congregazione delle Piccole Figlie all'età di 18 anni, esattamente dopo 18 anni dall'entrata della sorella Suor Graziella.

Ha sentito chiara la chiamata a seguire il Signore nella vita religiosa. Nella domanda di accoglienza scritta alla Madre generale dichiara: “Ho pregato e mi sembra che il Signore mi chiami per questa via, spero che lei vorrà accettarmi. Da parte mia cercherò di fare tutto il possibile per corrispondere alla grazia che il Signore mi ha concessa”. E così è stato.

Sr.Virginia ha sempre rivelato una profonda vita di preghiera ed una pronta disponibilità a servire il Signore nella missione a lei affidata come insegnante nella scuola elementare, campo in cui eccelleva per le sue capacità.

Lo testimoniano le sorelle, che hanno condiviso la stessa missione e hanno saputo tratteggiare il suo carattere e la sua sensibilità e capacità educativa. “Gentile e buona, riservata, molto impegnata nella sua preparazione, stimata ed amata dalle alunne e dai genitori, persona di preghiera”. (Sr. B.A.)

“Era un’educatrice con grande pazienza, fragile, ma serena e delicata, sapeva formare” ( Sr. L. Z.)

“Ho avuto modo di conoscere Sr. Virginia Belletti e di condividere con lei l’esperienza educativa e didattica. Persona riservata con grande senso del dovere, fino allo scrupolo, Sr. Virginia sentiva, in modo talvolta eccessivo, la responsabilità del compito educativo che era chiamata a svolgere e il senso della sua inadeguatezza.[…] Avvicinando Sr.Virginia, si percepiva immediatamente che la sua “unica” preoccupazione erano le alunne: la loro formazione, il loro apprendimento, il loro comportamento. In una parola, il loro futuro. Con loro, ella sapeva essere materna e ferma, esigente e, nello stesso tempo comprensiva. Spesso ho avuto l’opportunità di accogliere in prima media le sue alunne e ne ero contenta conoscendo la loro preparazione, le conoscenze di base sicure e tanta volontà di impegno.” (Sr. L. T.)

Questo servizio l’ha vista impegnata per 40 anni (dal 1955 al 1995) quasi sempre nella scuola Casa Famiglia.

Una sorella così la saluta: “ Carissima Sr. Virginia, in punta di piedi ci hai lasciate come in punta di piedi hai svolto la tua missione di maestra e di “mamma” delle tue alunne.[…] Da lassù intercedi per me. Spero che ci troveremo ancora insieme, non più tra i banchi di scuola, ma unite nella lode del Signore che abbiamo tanto amato e cercato di far amare. La tua Sorella, amica e compagna di “avventura” (Sr. Rosetta Ferrari).

Anche noi ci uniamo a queste voci per ringraziare il Signore per il dono di sr Virginia, chiedendole di continuare a pregare per noi e per tutti.