Nasce a Rolo (RE) : 27.09.1920
Entra in Congregazione: 15.01.1944
Inizio Noviziato: 25.12.1944
Professione Temporanea: 21.11.1946
Professione perpetua: 21.11.1951
Deceduta a Villa Chieppi: 02.04.2016

“Servite il Signore nella gioia”

(Sl 99)

Era la vigilia della Domenica in Albis e Festa della Divina Misericordia, quando sr Zita silenziosamente si è addormentata nel Signore, dopo una settimana in cui non dava più segno di vita. Qualcuno ha detto: “E’ andata a celebrare in cielo la sua Pasqua”.

Originaria di Rolo, lo stesso paese da cui proveniva Madre Gina, a cui era affezionatissima, era cresciuta in una numerosa famiglia, ricca di fede, con cui ha condiviso le gioie e i dolori con affetto e partecipazione, affidando tutti al Signore nella preghiera.

Le consorelle sono unanimi nel dire che sapeva fare di tutto: è stata cuoca, maestra di ricamo/cucito, addetta al guardaroba, collaboratrice nella scuola materna in molte case. Ricordiamo in particolare Panocchia (1956-62) Fusine (BL) (1963-68) , Noceto-Ospedale (1969-74) , Casa Madre (1981-99).

Era una persona dal cuore generoso e buono, aperto e socievole, schietto e sincero, anche se non sempre sapeva mantenere l’equilibrio con le giuste esigenze della vita comunitaria.

Quando operò con le ragazze come maestra di cucito sapeva accoglierle e comprenderle.

Si sforzava di dare il suo contributo gioioso alle feste in comunità., anche con creatività e senso artistico. 

Tutta la sua vita era sorretta da una ricca e vivace vita spirituale. Leggiamo in un suo scritto:

“Amo la Vita dono di Dio. Nelle tue mani è la mia vita. Amen!!!

Gesù fa’ che io sia una candela intatta che brucia, una lampada che arde sul tuo santo immacolato altare e mai si consuma e in Te riposa come Bimbo svezzato sul tuo Cuore misericordioso e Santo. Ogni battito del mio cuore sia per Te con Te in Te, nelle tue mani è la mia vita nel tempo e nella Eternità. Tu che mi ami di amore Eterno fin dal grembo materno. Amen!!! Maria in Te confido a Te mi affido adesso e nell’ora della mia morte. AMEN.

Gesù nelle tue mani è la mia vita. Tu solo sai!!! Tu solo conosci sr Zita”.

Ha trascorso gli ultimi 17 anni nella comunità di Villa Chieppi, affetta da una progressiva infermità che l’ha costretta a letto negli ultimi anni.

Ora la pensiamo in contemplazione del volto dello Sposo, che ha tanto atteso.

--------------------------------------------------------------------------------------------

In ricordo della zia Suor Maria Zita (7.4.2016)

 

Il mio nome è Maria Eugenia e sono la prima nipote di suor Zita.

La zia era molto orgogliosa di me, diceva che ero bellissima: una vera Camurri.

Quando la mamma e il papà mi portavano a Parma ci ospitava in Casa Madre e ci teneva a pranzo: io ero felice perchè tutto era squisito; poi mi metteva dentro una ruota che serviva per portare le vivande dalla cucina alla sala da pranzo.

A me non piaceva molto ma Lei era felice perchè mi faceva vedere alle Suore che lavoravano in cucina che mi riempivano di baci.

Tante sono le ricorrenze trascorse insieme e tanti sono i ricordi ma la cosa che mi colpiva maggiormente era la sua voglia di vivere e la sua esuberanza contagiosa.

Era un vero uragano, mai ferma, sempre pronta a fare qualcosa.

A volte eccessiva ma sempre con il desiderio di aiutare.

Amava ricamare e amava i fiori ma soprattutto amava la sua famiglia e i bambini.

Non dimenticava le ricorrenze di ognuno di noi così ci scriveva lettere affettuose ricche di fede e fiducia in Dio.

Mi ha aiutata nei momenti di dolore con la sua fede incrollabile e le sue parole affettuose.

Sono certa che ora riposa felice nelle braccia del Signore.