I commenti sono off per questo post

IL MIO CANTO LIBERO – MOGOL PER L’HOSPICE

Il 31 gennaio, presso l’auditorium Paganini si è svolto “il viaggio musicale nell’universo di Mogol dal titolo:Il mio canto libero”, promosso dall’ “Associazione ONLUS Claudio Bonazzi pro Hospice Piccole Figlie”

Lo spettacolo era destinato alla raccolta fondi e alla sensibilizzazione della città circa la preziosità e la funzione del Centro Cure Palliative Piccole Figlie.

Si è registrato il tutto esaurito, non solo di biglietti, ma soprattutto di quello che possiamo chiamare “emozioni” …

Emozioni indimenticabili per le calde parole di Mogol intervistato da un incalzante Marco Caronna, abile conduttore.

La sensazione che si provava era quello di un ambiente familiare, come se Mogol fosse stato ospite nel salotto di casa con degli amici, intento a raccontare stralci di vita veramente vissuta, nei suoi incontri con altri grandi della canzone italiana. L’autore si è soffermato su aneddoti dell’infanzia, rivolgendo con garbo anche qualche battuta scherzosa alle suore presenti in prima fila, e sui ricordi intrisi di poesia che spiegano la genesi di canzoni stupende che tutti abbiamo nel cuore.

Musica che riusciva a scaldarti il cuore e l’anima, sia per la superba performance della Filarmonica Arturo Toscanini diretta da uno strepitoso maestro Valter Sivilotti, sia per gli assoli di pianoforte e delle calde voci di Andrea Salvini e del Sestetto di voci femminili Altro Canto.

Un’esperienza che ci resterà nel cuore. Gli applausi non si sono risparmiati e a casa nonostante la neve che fiocchettava sulla nostra città siamo tornati tutti con il calore della serata nel cuore.

I commenti sono chiusi .