I commenti sono off per questo post

Scuola Materna: i bambini non si fermano

In questi mesi in cui siamo state lontane dalla NOSTRA cara scuola, in un tempo da noi difficile da quantificare perché reso difficoltoso dalla incapacità di capire come muoversi…cosa fare per essere d’aiuto standosene a casa perché è quello che ci hanno chiesto…si…va benissimo, ma la Nostra scuola è rimasta là esattamente come l’abbiamo lasciata il 21 Febbraio e mai in nessun giorno trascorso in casa abbiamo dimenticato il suo profumo…la sua voce …la forza che in tanti anni lei ci ha regalato.

Abbiamo lasciato i nostri fogli, i nostri progetti per le settimane a venire, i colori lasciati in modo disordinato sul tavolo…perché “tanto domani mi serviranno ancora”. Quante di noi avrebbero immaginato che di quei colori non ne avremmo avuto bisogno per tanti mesi? Chi avrebbe immaginato che le nostre parole e risate si sarebbero ridotte a messaggi vocali  che poco lasciano se non tanta nostalgia quando ci si dice “…ok dai allora ci sentiamo …notte!” Sarebbe bello chiedere alla NOSTRA scuola come si sente, immaginiamo di mancarle tutte noi, con le nostre risate, gli scherzi che ci facciamo per sollevare, a qualcuno, quella che si è prospettata come una “giornata difficile”, o semplicemente per far ridere i nostri bambini… oppure perché quando ci si vuole bene si ride.. semplicemente per la voglia di farlo e non per altri motivi. Mai come ora sentiamo di essere LONTANE dalla NOSTRA scuola, dai suoi mille spazi capaci di trasformarsi in meravigliosi angoli di gioco oppure in stanze che custodiscono i segreti del sonno dei bimbi… oppure semplicemente ambienti di collaborazione, lavoro, anche di discussione, ma la caratteristica principale è sempre la stessa lei è la NOSTRA casa, il posto dove da anni ci rechiamo per rincontrarci e scoprirci ogni giorno, è un luogo che conosciamo in ogni suo aspetto, è dove noi passiamo tanto tempo e dove cerchiamo di migliorarci sempre per poi migliorare il nostro bellissimo lavoro.

Questa è una lettera, forse, che serve a noi per non dimenticarci che siamo parte di una meravigliosa famiglia chiamata SANTA MARIA e che anche ora, nella più terribile difficoltà, noi non smettiamo di pensare a quando si potrà tornare da lei….a casa.

Suor Simona, Suor Franca, StefaniaP., Isabella, Maria, Cristina e Stefania T.

I commenti sono chiusi .